Bandi

Bando Erasmus+ per Tirocinio

EU flag-Erasmus+_vect_POS
01 Luglio 2020
2835/6Z
Bando Erasmus+
01 Luglio 2020
01 Marzo 2022
BANDO DI SELEZIONE PER L’ASSEGNAZIONE DI
BORSE DI MOBILITÀ PER TIROCINIO – ERASMUS+
PER STUDENTI E NEO DIPLOMATI
PER IL SOSTEGNO ALLA MOBILITA’ STUDENTESCA
 
Progetto 2019-1-IT02-KA103-061150

Il Programma Erasmus+ prevede, tra le azioni chiave, un’azione per la mobilità individuale ai fini dell’apprendimento, includendo, tra le altre, anche misure per lo svolgimento di tirocini all’estero, con il fine di favorire la mobilità internazionale dei giovani lavoratori.

La mobilità Erasmus+ Traineeship permette a studenti e neo-laureati di trascorrere un periodo di tirocinio (da 2 a 12 mesi) presso una sede dislocata in uno dei Paesi partecipanti al Programma, durante il periodo di studi o entro 12 mesi dal conseguimento del titolo di studio.

Il tirocinio sarà attinente al corso di studi del soggetto ed alle sue personali necessità di sviluppo e, laddove possibile, sarà riconosciuto come parte integrante del piano di studi o come integrazione dello stesso.

Lo studente in mobilità con Erasmus+ Traineeship riceverà un contributo comunitario ad hoc.

Gli obiettivi specifici dell’esperienza sono quelli di offrire un primo contatto con il mondo del lavoro in un contesto socio‐culturale diverso da quello di origine, sostenere lo sviluppo delle competenze trasversali e integrare le cognizioni teoriche acquisite nei corsi accademici.

La formula adottata nel presente bando è quella della proposta libera: lo studente reperisce in modo autonomo una sede e la propone al referente Erasmus per la valutazione.

Caratteristiche della mobilità e criteri di assegnazione delle borse.

Più mobilità: ogni soggetto può effettuare mobilità all’estero per Studio o Traineeship più di una volta, con il limite di un massimo di 12 mesi totali nell’ambito dello stesso ciclo (triennio o biennio o corso ordinamentale) per Traineeship e/o per Studio. Possono quindi partecipare al bando anche coloro che hanno già svolto delle mobilità con il programma Erasmus (sia per studio che per placement). Qualora tali soggetti siano iscritti allo stesso ciclo di studi in cui hanno partecipato a precedenti mobilità, dovranno detrarre le mensilità già usufruite dal tetto massimo di 12 mesi cui hanno diritto.

A tale proposito, gli eventuali periodi di mobilità già svolti o ancora in corso di andranno dichiarati in sede di candidatura alla mobilità Erasmus+.

Traineeship di laureati: i laureati possono partecipare al programma, ma dovranno presentare la propria candidatura e predisporre un programma di lavoro prima del conseguimento del titolo di laurea/diploma accademico. Il tirocinio dovrà essere svolto entro 12 mesi dal conseguimento del titolo di laurea/diploma relativo al ciclo durante il quale si cono candidati. Costoro potranno in alternativa presentare domanda per le borse finanziate tramite il Consorzio WWM – Working With Music, qualora sia aperto apposito bando (vedi il sito www.workingwithmusic.net).

 

 

 

Art. 1 - Requisiti

Possono presentare la domanda per partecipare alla mobilità gli allievi del Conservatorio che abbiano i seguenti requisiti:

  1. a) studenti iscritti che non abbiano svolto mobilità Erasmus per più di 10 mesi in totale per studio o tirocinio (va conteggiato anche il pregresso programma LLP), per cui hanno diritto ad usufruire ancora di almeno n. 2 mensilità per la mobilità internazionale nel proprio ciclo;
  2. b) non usufruiscano, nello stesso periodo, di un altro contributo comunitario previsto da altri programmi di mobilità (vari finanziamenti comunitari non possono sovrapporsi).

Art. 2 - Sedi eleggibili

I tirocini possono essere realizzati presso imprese e istituzioni che hanno sede:

  • in uno dei 28 Paesi dell'Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Repubblica Slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia);
  • nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (Norvegia, Islanda, Liecthtenstein);
  • in Turchia;
  • nella ex Repubblica Jugoslava di Macedonia (FYROM);
  • nel Regno Unito, salvo variazioni/restrizioni derivanti dalla BREXIT.

I tirocini possono svolgersi presso istituzioni o qualsiasi impresa privata o pubblica, con l’eccezione di:

- Istituzioni Comunitarie (incluse le Agenzie europee);

- Uffici ed Enti che gestiscono programmi comunitari;

- Rappresentanze diplomatiche italiane (Ambasciate, Consolati…).

Sono eleggibili altre rappresentanze o istituzioni pubbliche come gli istituti di cultura, le scuole, etc. a patto che sia garantito il principio di transnazionalità.

 

Art. 3 - Selezione

Le borse saranno assegnate indifferentemente a tutti i candidati di qualsiasi nazionalità, regolarmente iscritti al Conservatorio “A. Casella”. Le domande presentate saranno valutate da una Commissione che selezionerà i candidati sulla base dei seguenti criteri:

  • curriculum degli studi;
  • relazione sul progetto di tirocinio, da cui si possano evincere il grado di definizione e avanzamento del programma (elaborazione dei contenuti del programma di tirocinio, indicazione/individuazione di enti eleggibili a sedi del tirocinio/ di referenti e tutor per la realizzazione dell'attività) e le motivazioni della richiesta di soggiorno in un paese UE;
  • conoscenza delle lingue straniere.

N.B. Sarà cura del futuro tirocinante raccogliere con largo anticipo informazioni e documentazione per ottenere il permesso di soggiorno o il visto, se la sede stage si trova in un Paese non comunitario oppure nel caso in cui il candidato sia di nazionalità non comunitaria o di nazionalità comunitaria ma non Schengen: a tal fine si consiglia innanzitutto di consultare il Portale Europeo per l’Immigrazione e le Rappresentanze Diplomatiche del proprio paese dislocate nel Paese Europeo di destinazione.

 

Art. 4 - Importo borsa

Il sostegno finanziario alla mobilità avverrà tramite un contributo Europeo erogato dall’Agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE e basato sulla divisione dei Paesi in fasce a seconda del costo della vita.

Paesi del Gruppo 1 (alto costo della vita): Danimarca, Islanda, Finlandia, Irlanda, Lussemburgo, Liechtenstein, Norvegia, Svezia, Regno Unito: € 400,00 al mese.

Paesi del Gruppo 2 o Gruppo 3 (medio o basso costo della vita): Austria, Belgio, Germania, Francia, Grecia, Spagna, Cipro, Paesi Bassi, Malta, Portogallo, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, ex Repubblica Iugoslava di Macedonia, Turchia: € 350,00 al mese.

La borsa sarà integrata da un contributo ministeriale di € 350,00 o di € 400,00 al mese, a seconda del Paese, e di un contributo del Conservatorio di € 100,00 al mese.

Il contributo Erasmus può essere integrato con un contributo aggiuntivo per svantaggio economico nel caso di ISEE inferiore a euro 23.253,00 (salvo aggiornamenti da parte del MIUR).

Art. 5 - Norme di salvaguardia

L’erogazione delle borse è subordinata al finanziamento, da parte dell’Agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, delle mobilità per Traineeship nei limiti del totale delle mensilità da detti enti concesse.

Dopo l’accettazione, i vincitori dovranno perfezionare, con il supporto dell’Ufficio Erasmus, gli accordi sia con la sede ospitante sia con il Conservatorio, producendo in originale il Programma di Tirocinio (Learning Agreement per Traineeship) in inglese o nella lingua del paese ospitante debitamente compilato e sottoscritto dal tirocinante e dalla sede ospitante.

Per l’approvazione e la firma del Learning Agreement per Traineeship da parte del Conservatorio, il beneficiario può recarsi direttamente da una Coordinatrice Erasmus oppure può portare il documento all’Ufficio Erasmus che acquisirà internamente la firma del Coordinatore.

Prima della partenza il beneficiario è tenuto a sottoscrivere il Contratto di mobilità per Tirocinio, necessario ai fini della riscossione della borsa. Prima della firma del contratto di mobilità l’Ufficio Erasmus verifica d’ufficio se la posizione dello studente/laureando è stata regolarizzata per quanto riguarda l’anno accademico di riferimento.

Prima della partenza si consiglia al futuro tirocinante di raccogliere informazioni sul paese di destinazione e su tutto quanto riguarda l’alloggio, vitto, viaggio, trasporti locali etc. e di contattare direttamente la sede ospitante per accordarsi sull’arrivo, sul giorno esatto e l’ora in cui dovrà presentarsi e sugli altri dettagli organizzativi.

Al momento della partenza il beneficiario in tirocinio deve essere in possesso dei seguenti documenti:

- documento di identità valido e che non scada durante il soggiorno all’estero;

- Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) per fruire dell’assistenza sanitaria nei Paesi UE20 e/o idonea assicurazione privata per assistenza sanitaria nel paese di destinazione. Si informa a tale proposito che la TEAM fornisce una copertura sanitaria di base e che la copertura della Tessera o di un’assicurazione privata può non essere sufficiente, soprattutto in caso di rimpatrio e di uno specifico intervento medico. In questo caso, un’assicurazione aggiuntiva privata potrebbe essere utile. In ogni caso, si consiglia di recarsi presso la propria ASL territoriale di competenza per tutte le informazioni sull’assistenza sanitaria all’estero. - documentazione utile per ottenere il permesso di soggiorno o di lavoro, o il visto d’ingresso, o, qualora necessario, il visto di ingresso e/o il permesso di soggiorno, qualora la sede di destinazione si trovi in un Paese non comunitario oppure il beneficiario sia di nazionalità non comunitaria o di nazionalità comunitaria non Schengen (a tal fine si consiglia innanzitutto di consultare il Portale Europeo per l’Immigrazione e le Rappresentanze Diplomatiche del proprio paese dislocate nel Paese Europeo di destinazione).

 

Art. 6 - Accettazione, scelta della sede e sottoscrizione dei contratti

Lo studente è tenuto a comunicare per iscritto all’Ufficio Erasmus l’accettazione o il rifiuto della borsa assegnata entro 10 gg. dalla comunicazione, da parte dell’ufficio Erasmus, della assegnazione della stessa.

In caso di accettazione, lo studente dovrà contestualmente presentare in duplice copia il modulo del Learning Agreement per Traineeship debitamente compilato e firmato.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

 

La domanda di partecipazione alla mobilità ERASMUS dovrà essere redatta sull’apposito modulo (allegato A) e consegnata direttamente all’Ufficio Erasmus del Conservatorio o inviata via PEC o a mezzo raccomandata AR. I moduli possono essere scaricati dal sito internet: www.consaq.it

Non è prevista una scadenza; le domande verranno valutate ed accettate in ordine di provenienza, fino a disponibilità dei fondi erogati dall’Agenzia Nazionale. Nel caso di idoneità l’erogazione della borsa avverrà subordinatamente all’accettazione di una Istituzione ospitante.

 

Informazioni

Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Erasmus del Conservatorio in orario di apertura al pubblico, alle Coordinatrici erasmus o inviare una mail a: erasmus@consaq.it

Trattamento dati personali

Ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003 il Conservatorio si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dal candidato. Tutti i dati forniti saranno trattati solo per le finalità connesse e strumentali alla presente selezione ed alla eventuale stipula e gestione del rapporto con le Istituzioni interessate, nel rispetto delle disposizioni vigenti.

Si allegano al presente bando:

  • Allegato A: Modulo di domanda
  • Allegato B: Modello di Learning Agreement for Traineeship